Il mosaico nell’antica Roma

Il mosaico ha una lunga storia che risale a migliaia di anni fa ed ha origini principalmente nel cuore del Mediterraneo nella Grecia e nella Roma antica.

I romani ed i greci erano maestri nella creazione di mosaici e nell’assemblare piccoli pezzi di materiali come pietre, marmo, vetro o ceramica per creare immagini o disegni. 

Opus Tessellatum - "Venus" - Museo Nazionale di Napoli
Opus Tessellatum – “Venus”, Museo Nazionale di Napoli

Utilizzavano piccoli pezzi di pietra, vetro colorato o ceramica per realizzare bellissime opere d’arte decorative per i pavimenti, pareti e soffitti dei loro templi, ville, terme, nelle opere pubbliche e private.

Il Mosaico nell’antica Roma rappresentava un’arte molto importante e diffusa. Questa forma d’arte non solo aggiungeva bellezza agli ambienti, ma anche un senso di prestigio e ricchezza al proprietario.

Queste tessere venivano poi fissate con malta o cemento, creando così opere d’arte durevoli e decorative.

Per creare i loro mosaici i Romani utilizzavano tipi diversi di posa dei marmi fino a tessere un immagine:

Opus Tessellatum, era il metodo più comune, coinvolgeva l’uso di tessere tagliate in piccoli cubi di pietra, vetro o ceramica, che venivano inseriti e disposti in modo preciso su una superficie per creare immagini e disegni dettagliati.

Opus Vermiculatum - "Mosaico di pesci" - Museo Nazionale di Napoli
Opus Vermiculatum – “Mosaico di pesci” – Museo Nazionale di Napoli

Opus Vermiculatum, questa tecnica impiegava tessere più piccole e sottili per creare curve e dettagli più intricati, come linee curve o sfumature.

Opus Sectile, questa tecnica era in uso per tessere con forma più libera per creare disegni più grandi e semplici, spesso simili a opere d’arte a intarsio.

Opus Sectile -"Tigre che attacca un vitello" - Basilica di Giunio Basso, Roma
Opus Sectile -“Tigre che attacca un vitello” – Basilica di Giunio Basso, Roma

Ognuno di questi tipi di posa offriva una diversa gamma di possibilità artistiche consentendo ai mosaicisti romani di creare bellissime opere d’arte.

Spesso nei mosaici rappresentavano scene mitologiche, paesaggi o ritratti di persone. 

La maestria e la bellezza di molti di questi mosaici ci sono pervenute fino ai giorni nostri, permettendoci di apprezzare la loro creatività ed abilità tecniche.